Contattaci! +39 3348030905|info@agoramorelli.it

Il galateo moderno: piccoli consigli da tenere sempre in mente

//Il galateo moderno: piccoli consigli da tenere sempre in mente

Il galateo moderno: piccoli consigli da tenere sempre in mente

Alla parola “galateo” o “bon ton” molte persone storcono il naso immaginandolo come qualcosa di vecchio, stantio e che imbalsamati  gli eventi.  Senza voler riprendere le rigidissime regole del cerimoniale inglese alla corte dei Windsor, una certa dose di buone maniere e piccole attenzioni sono assolutamente gradite, in tutti i contesti in cui si necessita una relazione pubblica. Eventi, convegni, meeting, ma anche feste di compleanno e matrimoni appartengono a questa categoria.

Ripassiamo insieme alcuni semplici consigli che possono essere utilissimi in ogni occasione.

Partiamo dal principio: quando si riceve un invito a un evento, è bene far sapere se s’intende partecipare o no, circa 15 giorni prima, in modo da permettere a chi sta organizzando tutto, di valutare la quantità esatta di cibo, e i posti a tavola se si tratta di una cena seduti.

Una volta accettato di partecipare all’evento, occupatevi dell’abbigliamento. Il dress code in alcuni casi è richiesto chiaramente, ma in altri bisogna fare attenzione. Ovviamente molto dipende dall’evento, se si tratta di un meeting aziendale un semplice tailleur per le donne, e un completo giacca-camicia-pantalone per gli uomini, è sempre la scelta più apprezzata. Per le feste si può essere meno formali, ma attenzione al buon gusto e sobrietà.

Arrivati alla location, sarà la signora e/o il festeggiato a fare gli onori di casa e accogliere tutti gli ospiti, per poi accompagnarli al buffet o indicargli la strada per il tableau. Nel caso di meeting, sarà l’organizzatore dell’evento ad assolvere la funzione di padrone di casa, aiutato da collaboratori e hostess.

A tavola o comunque durante i pasti, fate attenzione a non parlare con la bocca piena, e a non gesticolare con le posate. Se volete parlare mentre mangiate, poggiatele sul piatto per poi riprenderle. Ricordate inoltre che la regola dei gomiti sul tavolo è sempre valida, ma non è più buona educazione dire << buon appetito>>. Se al tavolo ci sono delle signore, è cortese da parte degli uomini riempire il bicchiere di vino o acqua, salvo che non provvedano i camerieri. Non dimenticate che il bicchiere dell’acqua è quello più grande alla destra e il più vicino al piatto, quello immediatamente dopo più piccolo è per il vino, e che per le posate s’inizia sempre da quella più esterna. A tavola salutate con la mano destra e se avete guanti, occhiali da sole e altro, vanno tolti.

Nella conversazione, sono banditi argomenti personali o particolarmente intimi, si a conversazioni leggere su film, musica, cinema rimanendo sul leggero e che coinvolga tutti.

Il baciamano alle signore è ancora un gesto estremamente gradito, basta farlo con discrezione e sobrietà, poggiando delicatamente le labbra sul palmo della mano, se non si è in grado di farlo con disinvoltura è meglio lasciar stare.

Durante la festa, la padrona di casa terrà conto di girare tra le persone, cercando di mettere tutti a proprio agio e intrattenendosi in modo garbato. Per gli eventi aziendali, provvederà l’organizzatore insieme allo staff a fare questo, senza però infastidire eccessivamente gli ospiti.

Infine tenete presente che, soprattutto negli eventi aziendali, il bon ton è quell’ingrediente in più che ingentilisce tutto, introduce un’opinione positiva. Perché, se il bon ton è ben eseguito e soprattutto non forzato, è come un profumo leggero, si fa ricordare senza nemmeno rendersi conto di averlo addosso.

2018-10-23T13:32:16+00:00