Contattaci! +39 3348030905|info@agoramorelli.it

Come organizzare una conferenza stampa

//Come organizzare una conferenza stampa

Come organizzare una conferenza stampa

Nell’era della comunicazione di massa, organizzare una conferenza stampa, resta una delle azioni migliori per poter comunicare al meglio con il pubblico desiderato. I settori che utilizzano come mezzo una conferenza stampa sono i più diversi, dalla politica alla pubblica amministrazione, fino ad arrivare alla presentazione di un film o di un progetto musicale.

La sua potenza sta nel fatto di poter parlare in modo diretto al pubblico interessato, spesso composto da giornalisti che successivamente, faranno girare tutte le informazioni rilasciate durante l’evento.

Come organizzare una conferenza stampa

Organizzare una conferenza stampa, richiede tempo e ottime capacità organizzative poiché le figure da coinvolgere per la sua buona riuscita sono tante.

Per prima cosa: qual è l’oggetto dell’evento?
L’argomento di discussione deve essere il fulcro della conferenza, poiché sarà l’argomento su cui ruoterà il tutto.

In base a questo, dovrai lavorare sulla lista degli invitati. Supponiamo che tu stia organizzando una conferenza stampa per conto di un’etichetta discografica che deve presentare un nuovo disco di uno dei suoi artisti.

Gli invitati, dovranno essere professionisti della comunicazione specializzati nel settore della musica (giornalisti, blogger, web influencer ecc) che dopo l’evento, informeranno i loro lettori di tutte le novità relative al progetto presentato.

Una volta scelto l’argomento e gli invitati, bisogna stabilire una data.

Riprendiamo l’esempio di prima: per la presentazione di un album, potresti scegliere di fissare una conferenza stampa pochi giorni prima dell’uscita del progetto, oppure il giorno stesso.

L’importante, è comunicare la data e il luogo dell’evento in largo anticipo, in modo da poter raccogliere per tempo le adesioni necessarie.

Quanto dura una conferenza stampa?

Solitamente, una conferenza stampa non dura più di un’ora. Questo perché si cerca di andare in contro agli impegni dei partecipanti, ed è per questo che è necessario essere sintetici e chiari nel dare tutte le informazioni.

Molto importante, è anche il mediatore, ovvero, la figura che presenta e conduce l’evento. Proprio per questo, ti consigliamo di stilare un canovaccio in cui vengono raccolti i punti salienti della conferenza, in modo da ottimizzare i tempi, soprattutto se le persone che devono fare lo speech sono più di una.

Per concludere, la fase successiva alla conferenza è un momento fondamentale. È importante monitorare gli articoli e tutte le informazioni che sono state generate nel post-conferenza per poter valutare la riuscita o meno dell’evento.

2018-10-23T13:32:15+00:00